Sfondo

Emissione di gas serra

Circa due terzi dell’effetto antropogeno (ossia prodotto dall’uomo) dei gas serra è dovuto alle emissioni di biossido di carbonio (CO2). Il gas si forma con la combustione delle fonti energetiche fossili, gas, petrolio e carbone. Esse contengono carbonio (C) che unendosi all’ossigeno dell’aria (O2) diventa CO2. Secondo studi dell’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) ogni anno si riversano nell’atmosfera oltre 32,3 miliardi di tonnellate di CO2 (2014) provocati dal consumo di carburanti fossili. Oltre al biossido di carbonio sono regolamentati nel Protocollo di Kyoto i gas con effetto serra quali il protossido di azoto, il metano, nonché gli alofluorocarburi, gli idrocarburi perfluorati e l’esafloruro di zolfo.

Legge sulle energie rinnovabili

La Legge sulle energie rinnovabili si propone di promuovere l’installazione di impianti di rifornimento energetico alimentati da fonti rinnovabili. Il suo obiettivo è aumentare la percentuale di elettricità generata da fonti energetiche rinnovabili di almeno il 35 per cento nel 2020 per poi accrescerla costantemente. Questa legge garantisce ai produttori una retribuzione a tariffa fissa ed è una delle misure con cui si vuole ridurre la dipendenza dalle fonti energetiche fossili e da importazioni di energia da paesi fuori dell’area dell’UE. La Legge tedesca sulle energie rinnovabili è stata ripresa nelle sue linee fondamentali da molti paesi in tutto il mondo.

erneuerbare-energien.de

Parchi nazionali

I 16 parchi nazionali tedeschi si trovano in gran parte nel nord della Repubblica Federale. Tutti si distinguono grazie ad una natura e ad un paesaggio unici e servono a mantenere la naturale varietà della specie di piante e animali rari. Il più grande di tutti è il parco nazionale del Wattenmeer nello Schleswig- Holstein con 441000 ettari. Il più piccolo è il parco nazionale Jasmund con le famose rocce di gesso dell’isola di Rügen, con una superficie di 3070 ettari.

bfn.de

Programma di tutela dell’energia e del clima

Con un programma integrato che tiene conto sia del clima che dell’energia il governo federale vuole ridurre entro il 2020 l’emissione tedesca dei gas serra del 40 per cento rispetto al 1990. Il programma comprende misure in 29 settori e va dalla promozione dell’accoppiamento di energia e calore (impianti che producono contemporaneamente corrente elettrica e calore), passa per le energie rinnovabili per arrivare allo sviluppo ulteriore della Carbon Capture and Storage Technology (CCS), ovvero alla cattura e allo stoccaggio del biossido di carbonio prodotto dalle centrali elettriche. Con il programma di tutela del clima il governo federale persegue tre obiettivi centrali: la sicurezza dell’approvvigionamento energetico, la convenienza economica e la sostenibilità ambientale.