Governo federale

Cancelleria federale
Cancelleria federale picture alliance/blickwinkel
Il Cancelliere e i ministri federali formano il governo federale, il gabinetto.

Accanto principio secondo cui il Cancelliere ha il potere di stabilire le direttive della politica del governo vale il Ressortprinzip in base al quale, al di là dei limiti imposti da queste direttive, il ministro guida il proprio dicastero in modo autonomo, nonché il Kollegialprinzip secondo cui il governo delibera con voto di maggioranza in caso di controversie. Il governo è formato da 14 ministri e dal capo della Cancelleria. I ministeri federali sono le massime autorità federali dei dipartimenti. La Legge fondamentale assegna al Cancelliere un ruolo particolare: “Il Cancelliere federale stabilisce l’indirizzo generale della politica governativa e ne assume la responsabilità”. Nella Cancelleria e nei ministeri federali lavorano circa 18.000 persone. I ministeri con più occupati sono il ministero degli affari esteri e il ministero della difesa. Otto ministeri hanno la loro sede principale a Berlino, sei ministeri a Bonn. Tutti i ministeri hanno uffici in entrambi le città.

 

Ministeri federali

Ministero federale dell’economia e dell’energia
bmwi.de

Ministero federale degli affari esteri
auswaertiges-amt.de

Ministero federale dell’interno
bmi.bund.de

Ministero federale della giustizia e della tutela dei consumatori
bmjv.de

Ministero federale delle finanze
bundesfinanzministerium.de

Ministero federale del lavoro e degli affari sociali
bmas.de

Ministero federale dell’alimentazione e dell’agricoltura
bmel.de

Ministero federale della difesa
bmvg.de

Ministero federale della famiglia, degli anziani, della donna e della gioventù
bmfsfj.de

Ministero federale della sanità
bmg.bund.de

Ministero federale dei trasporti e delle infrastrutture digitali
bmvi.de

Ministero federale dell’ambiente, della tutela della natura, dell’edilizia e della sicurezza nucleare
bmub.bund.de

Ministero federale dell’istruzione e della ricerca
bmbf.de

Ministero federale della cooperazione economica e dello sviluppo
bmz.de

Related content