Patria della molteplicità

Francoforte sul Meno, sede della Banca Centrale Europea (BCE), è l’unica metropoli tedesca con una Skyline
Francoforte sul Meno, sede della Banca Centrale Europea (BCE), è l’unica metropoli tedesca con una Skyline Dagmar Schwelle/laif
La Germania è un Paese confortevole e molto vario. Città interessanti e paesaggi tanto vari come il Mare del Nord e le Alpi affascinano molti visitatori.

Amore per la natura ed entusiasmo per la città, alimentazione sana e ristoranti stellati. Amore per la tradizione e apertura al mondo – con i suoi 357.000 chilometri quadrati la Germania è, dopo la Francia, la Spagna e la Svezia – il quarto Paese dell’Unione Europea. Dal Mare del Nord e dal Mar Baltico alle Alpi a sud il paesaggio multiforme della Germania si articola geograficamente nel bassopiano a nord, la soglia della regione montuosa del Mittelgebirge al centro, le Prealpi nella Germania meridionale e le Alpi bavaresi. Da nord a sud la distanza più lunga è di 876 chilometri, da est ad ovest 640 chilometri.

Getty Images/EyesWideOpen

La Germania è uno dei Paesi con il più alto livello di vita del mondo. L’Human Development Index (HDI) delle Nazioni Unite mette la Germania al sesto posto tra 187 Paesi. Con 81,2 milioni di abitanti la Germania è il Paese più popoloso dell’UE e uno dei Paesi a più alta densità di popolazione; circa il 77 per cento di abitanti vive in aree densamente o mediamente popolate. Circa il 30 per cento della popolazione ha la sua residenza in grandi città con più di 100.000 abitanti, di cui in Germania ce ne sono 76; a Monaco vivono 4.460 persone su un chilometro quadrato; a Berlino 3.780. Esperti ­vedono nella rinascita della città la possibilità di uno sviluppo duraturo per crescita e innovazione e prognosticano per il 2030 un numero di abitanti in forte aumento per le grandi città, con notevoli conseguenze per il mercato degli alloggi, la mobilità urbana e l’infrastruttura. In particolare la fascia di età  dei giovani dai 18 ai 24 anni si mostra piuttosto propensa a stabilirsi in città. Con l’urbanizzazione la Germania segue la tendenza globale. Anche sui turisti le città esercitano una forte attrazione – proprio Berlino sviluppa uno speciale magnetismo e raggiunge sempre nuovi record di visitatori. Nel confronto europeo, per numero assoluto di pernottamenti, la metropoli di 3,4 milioni di abitanti viene al terzo posto dopo Londra e Parigi.

Ma di fronte alla nostalgia di vita urbana c’è un bisogno di regionalità – innanzitutto nell’alimentazione. Il settore dell’alimentazione biologica ha un posto fisso nell’agricoltura tedesca e ogni anno produce con prodotti bio un fatturato di 7,6 milioni di Euro. 23.500 aziende biologiche, ovvero l’otto per cento di tutte le aziende agricole, ­coltivano il 6,3 per cento della superficie agricola. I prodotti bio vengono corredati da certificati – circa 70.400 prodotti port­ano il marchio di qualità bio dello Stato – e sostenuti da una forte tutela del consumatore e norme di etichettatura molto dettagliate. Nel 2014 c’erano nella popolazione di lingua tedesca 7,75 milioni di persone che si dichiaravano vegetariane; 900.000 sostengono di vivere “vegano”. Ciononostante il piacere non manca. A questo pensano i 282 ristoranti in Germania che nella Guida Michelin vantano una o più stelle, dal 2010 il loro numero è aumentato del 25 per cento.

Related content